Una bella ragazza giapponese per difendere l’orgoglio nazionale. Ma lei è cinese!

Ha fatto il giro del mondo questo poster che recita: “Watashi nihonjin de yokatta” – sono contento di essere giapponese.

Secondo l’Huffington Post giapponese l’autore del poster, che non si firma, è Jinja honcho, l’associazione nazionale che riunisce i templi shintoisti che, come è noto, hanno sempre esaltato l’orgoglio giapponese, anche in chiave nazionalistica e sciovinista. Uno di questi templi, il celebre Yasukuni a Tokyo, è da sempre al centro delle polemiche perché venera le anime dei morti in servizio militare, alcuni dei quali furono criminali di guerra… Non si può che concordare con il tributo reso presso Yasukuni agli studenti di Okinawa periti nell’affondamento della nave Tsushima Maru il 22 agosto 1944, ma è più dubbia la venerazione della memoria di Hideki Tojo, per esempio, primo ministro e ministro della guerra durante l’ultimo conflitto, condannato a morte per crimini di guerra e impiccato nel 1948. Quei valori nazionalistici esasperati e di tono razzista, volti ad affermare la supremazia giapponese  sul resto del mondo, hanno portato il Giappone all’espansionismo imperialista e a tutti i danni che ha provocato durante l’ultima guerra.

Non c’è niente di male che si tappezzi la città di Kyoto, forte meta turistica, con simili poster… Però è lecito essere sospettosi sulle reali intenzioni di un messaggio che inneggia all’orgoglio nazionale in un Paese che in nome di quell’orgoglio ha seminato morte e distruzione in Asia nel secolo scorso.

Ma la vicenda ha anche un lato comico. Per realizzare il poster, pare che sia stata acquistata un’immagine Getty contrassegnata con la dicitura “Chinese Ethnicity”. Insomma, la ragazza fotografata è un luminoso esempio di bellezza cinese! La società cinese che ha realizzato lo scatto non ha rilasciato dichiarazioni – il tema è delicato – ma ha confermato alla Bbc che la modella è effettivamente cinese. Un bello smacco per chi strumentalizza l’orgoglio nazionale in chiave razzista!

Per la cronaca, ecco dall’Huffington Post l’immagine originale della ragazza cinese usata per il poster (foto Getty Images).

This entry was posted in GIAPPONE and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *